Meditazione

PRATICA

Meditazione a Venezia

floral decor

La parola “Meditazione” ci rimanda immediatamente col pensiero al lontano Oriente e a qualcosa di esoterico, di misterioso, in realtà anche l’Occidente ha una sua fondata tradizione di tecniche di meditazione e negli ultimi decenni è forte l’interesse della scienza verso le pratiche meditative in genere.

La prima osservazione scientifica sugli effetti della meditazione sull’organismo umano è di Therese Brosse, cardiologa francese, nel 1935.
A partire dalla seconda metà del secolo scorso, si iniziano ad utilizzare strumenti di indagine scientifica come l’elettrocardiogramma e l’elettroencefalogramma per decifrare i cambiamenti fisici che si realizzano durante l’esecuzione di esercizi di meditazione. Si è giunti ad osservare determinati effetti:
1) riduzione del ritmo del respiro e del battito cardiaco;
2) stato di rilassamento a livello cerebrale (aumento dell’ampiezza e della regolarità delle onde alfa);
3) diminuzione del consumo di ossigeno;
4) regolazione della produzione di cortisolo, fondamentale ormone dello stress;
5) aumento notturno della melatonina, ormone del sonno fondamentale per la sincronizzazione dei ritmi biologici dell’organismo;
6) riduzione della noradrenalina, prodotta dalle surrenali e dal cervello sotto stress;
7) aumento della serotonina, antidepressivo e regolatore della fame;
8) aumento del Dhea, ormone prodotto da surrenali e cervello, con ruoli sull’umore e sul sistema immunitario;
9) aumento del testosterone, ormone maschile ma utile anche per le donne perché, soprattutto in menopausa, costituisce una riserva per la produzione di ormoni femminili (estrogeni) tramite un meccanismo di conversione enzimatica che si chiama aromatizzazione.

Nell’ultimo decennio si è scoperta la comparsa di scariche di onde teta (in meditazione profonda) e onde gamma (durante esercizi di visualizzazione), prodotte da una particolare area dell’ippocampo, denominata CA3. Maggiore è il grado di coerenza e armonia delle onde cerebrali più la persona sta bene.

Il ritmo teta è definibile come il ritmo di fondo che sincronizza gli altri ritmi.

Da tutti questi elementi si deduce che la pratica meditativa, qualsiasi sia la tradizione da cui deriva, porta dei grandi benefici a livello della salute soprattutto nel mantenimento dell’omeostasi interna e dell’armonia dell’individuo.

Come si Svolge la Seduta

Al momento è attivo un corso di meditazione. Il corso si svolge a cadenza settimanale (il lunedì sera dalle 19 alle 20.30) per tutto l’anno (con una pausa nel periodo estivo e durante le feste tradizionali), aperto a tutti. Il focus degli incontri è incentrato sul riconoscimento dei condizionamenti più frequenti cui soggiace la nostra mente (relazioni familiari, educazione, rapporti di coppia, rapporti sociali, etc.) al fine di recuperare la propria natura più autentica e libera, spesso ostaggio di giudizi, paure, false idee di sé. Una sessione si compone di momenti condivisi e momenti di lavoro individuale, a partire da uno stimolo offerto dal conduttore (un breve racconto, una favola, un testo poetico, un tema chiave, etc.), coinvolgendo il piano fisico, emotivo, psichico e spirituale dei presenti tramite esercizi mirati e visualizzazioni guidate.

Conduce: Simone Origio

Informazioni e Prenotazioni

Per informazioni e prenotazioni, è consigliabile telefonare oppure usare il modulo contatto in basso. 

Controlliamo regolarmente anche l'indirizzo mail.

Indirizzo

Sestiere Castello, 4731, Venezia

Telefono

041 2412760
349 6500913 (anche WA)

Email

studioilfioredoro@
gmail.com

}

Orari

lun-ven 9-19
sab 9-13

13 + 15 =